“Non c’è palestra senza Wow Machine” – intervista a Mattia Zopellaro

Idee chiare e programmazione sono i due punti fondamentali per Mattia Zopellaro che, da poco più di un mese, ha aperto la sua palestra “Matter” a Pescantina in provincia di Verona.

“Conoscevo già Witway e i suoi erogatori grazie a mio papà che fa parte di questo settore” . Raggiunto telefonicamente Mattia ci ha spiegato la sua esperienza con la Wow Machine.

Di seguito la sua intervista.

  • Hai già accennato al fatto che conoscessi Witway e i suoi erogatori, che idea ti sei fatto esattamente di noi?

Come ho detto in precedenza grazie all’esperienza di mio papà ho conosciuto Witway dai suoi primi passi. Azienda composta da, oltre che persone serie, un’idea ben precisa di aiutare realmente l’ambiente.

  • Parli di ambiente e di aiuti reali, e il riferimento è al discorso plasticfree: questo è il motivo principale che ti ha convinto a posizionare la Wow Machine all’interno della tua palestra?

Sicuramente è uno dei motivi principali, l’ho fatto per me e i miei colleghi ma anche e sopratutto per i miei clienti. Sinceramente la scelta di includere la borraccia direttamente nell’abbonamento della palestra sta dando i suoi risultati. I clienti apprezzano veramente tanto questo servizio e per loro è una comodità.

  • Non solo acqua alcalina e microfiltrata, gli erogatori Witway mettono a disposizione anche diversi gusti, quanto vengono apprezzati?

Voglio sottolineare la qualità del prodotto, sia dell’acqua alcalina e microfiltrata sia delle bevande. Sempre di più sto notando che proprio i gusti delle bevande vengono apprezzati addirittura più dell’acqua stessa!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 455c406c-fb5e-444a-b62d-624e9ec6bb3a-960x504.png

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *